Le attestazioni della Direzione: ASSIREVI aggiorna il Documento di Ricerca a causa del Covid-19

Pubblicato il: 08/04/2020 – 11:11

La Revilaw in ottica di aggiornamento continuo e di attenta analisi sulle novità inerente la Professione di Revisore legale,  nonché sullo studio puntuale, preciso e tempestivo della materia, comun…

Nell’articolo pubblicato il 31.03.2020 sul sito Revilaw inerente LA RICHIESTA DELLE ATTESTAZIONI ALLA DIREZIONE  si precisa che era ancora in vigore il Documento Assirevi n. 230/R di Febbraio 2020.  

Rimangono ferme tutte le notizie scritte nel sopraindicato articolo inerente il Principio di revisione ISA Italia 580, punto sul quale non ritorneremo.

La Revilaw in ottica di aggiornamento continuo e di attenta analisi sulle novità inerente la Professione nonché sullo studio puntuale, preciso e tempestivo della materia, comunica a tutti gli aderenti al Patto Revilaw nonché professionisti attenti alla formazione, che ad oggi 08.04.2020 il documento di Assirevi precedentemente citato è stato superato dal nuovo Documento di Ricerca Assirevi n. 233 APRILE 2020, che si allega.Assirevi, Documento di ricerca n. 233

Le motivazioni dell’aggiornamento del Documento di Ricerca

Assirevi ha ritenuto necessario adattare il sopracitato documento in considerazione della necessità di chiarire le responsabilità della Direzione nel processo di scambio di informazioni ed acquisizione di evidenze probative nel particolare contesto operativo venutosi a creare a seguito dei recenti provvedimenti, anche di natura restrittiva alla circolazione, emanati dal Governo italiano a tutela della salute dei cittadini.

Le attestazioni specifiche a causa del Covid-19: alcuni esempi

Coerentemente con il quadro macroeconomico attuale, caratterizzato da notevoli restrizioni, si legge nel documento un adattamento alla fruizione dei documenti di cui ha bisogno il Revisore, forniti dalla direzione e attestati anche a distanza, ad esempio emerge la seguente dicitura:

  1. Vi abbiamo fornito, anche avvalendoci di strumenti di comunicazione e trasmissione a distanza:
  2. accesso a tutte le informazioni pertinenti alla redazione del bilancio, quali registrazioni, documentazione e altri aspetti;
  3. i libri sociali completi e correttamente tenuti, nonché i verbali e le bozze delle riunioni non ancora trascritte nei libri in questione11, in forma comunque sostanzialmente definitiva;
  4. le ulteriori informazioni che ci avete richiesto ai fini della revisione contabile.

 

Pertinente con l’emergenza sanitaria Covid-19, si può leggere nell’ultima parte del documento quanto segue:

“…Inoltre, a seconda delle specifiche circostanze, potrà essere richiesta un’attestazione specifica sulle informazioni relative alle analisi svolte dalla Direzione al fine di valutare gli impatti del COVID 19 e sulla completezza delle informazioni a tal proposito rilevanti fornite al revisore…”

Simile formula, da adattare in relazione alla società revisionata incaricata, è stata prevista anche per la valutazione sulla continuità aziendale in relazione all’analisi sugli impatti del COVID 19:

“Vi confermiamo di:

i)               avere effettuato l’analisi degli impatti correnti e potenziali futuri del COVID-19 sull’attività economica, sulla situazione finanziaria e sui risultati economici della [Società e del Gruppo], sulla base delle evidenze attualmente disponibili e degli scenari allo stato configurabili, e di aver considerato l’esito della stessa nelle valutazioni effettuate con riferimento alla sussistenza del presupposto della continuità aziendale nella redazione del bilancio consolidato semestrale abbreviato al [30 Giugno 2020];

ii)              ii) di aver riflesso gli esiti di tale analisi nell’informativa di bilancio che descrive l’incertezza circa gli effetti del COVID-19;

iii)            iii) di avervi fornito tutte le informazioni rilevanti relative alla suddetta analisi”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA – Del presente articolo ne è assolutamente vietata, sia in forma totale, sia in forma parziale, sia con frazionamento anche temporale, la riproduzione, la duplicazione, la diffusione, la divulgazione, il trasferimento e l’utilizzo con qualsiasi modalità e/o strumento con i quali tali attività possano essere effettuate. 

La riproduzione può essere autorizzata in forma scritta da parte dell’autore e della società Revilaw srl e a condizione essenziale che nella riproduzione vi sia la citazione della Revilaw srl, l’indicazione della fonte (incluso il link alla pagina della Revilaw srl), della data e del nome e cognome dell’autore, se riportato.

I contenuti di questo articolo sono da intendersi, e sono intesi, soltanto a fini di semplice utilità con scopi meramente informativi in modo da fornire indicazioni, istruzioni e informazioni generiche e generali circa materie di interesse per l’uso personale del lettore e non costituiscono in alcun modo contenuti consulenziali e pareri ufficiali e professionali. Per ottenere un parere ufficiale in ordine ai temi trattati, è possibile richiedere una consulenza concordando un appuntamento telefonico con la Revilaw srl al numero di telefono +39 045 8010734 o inviando una email a info@revilaw.it . 

Gli autori declinano ogni responsabilità per errori od omissioni, nonché per un utilizzo improprio o non aggiornato delle presenti informazioni.

 

Pubblicato il: 2020-04-08 14:27:45

Tag correlati

Revilaw
Chiamaci o chiedi un contatto

Una Rete di professionalità e competenza disponibile per tutte le imprese


Privacy policy - Cookie policy
Copyright © 2020, Revilaw SRL. Tutti i diritti riservati.
P.I. 04641610235 Sede Legale: Via XX Settembre, 9 – 37129 Verona
Tel (+39) 045 8010734
Design: cfweb